30 false friends tra italiano e inglese: lista, significato e traduzione

Scopri 30 'false friends' tra italiano e inglese: parole che sembrano simili ma hanno significati diversi. Una lista essenziale per evitare fraintendimenti nella traduzione.

Aggiornato il giorno

shutterstock 1474760021
Stampare

Hai mai parlato in inglese, convinto di aver usato un linguaggio corretto, solo per notare un’espressione di perplessità accendersi negli occhi del tuo interlocutore? Mentalmente ripercorri le tue parole e ti sembrano tutte giuste; allora perché non sei riuscito a farti capire? Probabilmente una di quelle parole ti ha tradito perché si tratta di un falso amico, ovvero “a False Friend”.

Cosa sono i false friends? 

I false friends sono quei vocaboli che assomigliano così tanto a certe parole in italiano, che ci sembrano familiari, quasi come vecchi amici. Per questo li usiamo con nonchalance, e spesso non ci chiediamo neanche quale sia il loro significato, perché siamo convinti di saperlo già. Ahimè, questo è un grave errore! Esiste una lunga serie di parole, che magari derivano anche dalla stessa radice di certi termini italiani, che però hanno un significato molto diverso. È molto probabile che “actually” abbia la stessa origine latina di “attualmente”, ma, come vedremo, i due vocaboli significano cosa diverse!

Il problema è che tante parole inglesi sono veramente simili a quelle italiane, basta pensare a ‘president’, ‘stupid’, o ‘supermarket’. Come facciamo, quindi, ad individuare gli amici falsi da quelli buoni? L’unica soluzione è imparare a conoscerli per poi evitarli. Ecco alcuni esempi.

I false friends più comuni

1. Actually. Come abbiamo detto, non significa ‘attualmente’. L’avverbio ‘actually’ deriva dall’aggettivo ‘actual’, che significa ‘vero’, o ‘esistente’. Quindi la giusta traduzione di ‘actually’ sarebbe ‘veramente’ o ‘in realtà’ SOPRATTUTTO, quando paragonato ad una situazione o cosa potenziale, ideale, o immaginata.

  • I thought she was Jamaican but actually she’s from the Dominican Republic. (Pensavo fosse giamaicana ma in realtà viene dalla Repubblica Dominicana)
  • He mumbled something but I don’t know what he actually said. (Ha borbottato qualcosa, ma non so cos’ha detto esattamente.)
  • I thought it would be my dream job, but actually it’s pretty boring. (Credevo sarebbe stato il mio lavoro da sogno, ma invece è abbastanza noioso.)

Se invece volete dire ‘attualmente in inglese, la traduzione giusta è ‘currently.’

2. Argument. Attenzione che ‘argument’ in inglese può avere due significati. Il più comune è ‘litigio’ o ‘discussione accesa’. Il secondo è ‘ragionamento’, o un’opinione basata su solidi motivi. Di conseguenza, il verbo ‘to argue’ vuol dire litigare oppure giustificare una tua supposizione. Ecco perché la gente ti ha guardato storto quando hai proposto di ‘change the argument’ in inglese! E invece ‘argomento’ come si dice? Subject! Ecco qualche esempio utile.

  • Let’s change the subject (Cambiamo argomento)
  • What’s the subject of your essay? (qual’è l’argomento del tuo tema?)
  • I like this journalist. She argues her case very well. (Mi piace questa giornalista. Spiega molto bene il suo punto di vista.)
  • I don’t like the new neighbours. They’re always arguing! (Non mi piacciono i nuovi vicini. Litigano in continuazione).

3. Convenient. Se un amico inglese ti suggerisce un piccolo supermercato sotto casa, dicendo che ‘It’s very convenient’, non ti devi sorprendere se risulta un negozio costoso. La parola ‘convenient’ non c’entra con i soldi e invece significa ‘comodo’, ‘adatto’ o ‘opportuno’! Per tradurre ‘conveniente invece, si usa ‘good value’ o ‘affordable’.

  • My flat isn’t very big, but it’s convenient for the station and the local shops. (Il mio apartmento non è molto grande, ma è comodo per la stazione e i negozi.)
  • Stop wherever it’s convenient. I can walk the rest of the way. (Fermati ovunque ti è comodo. Posso continuare a piedi.)
  • That discount store is much better value than my local supermarket. (Quel negozio discount è molto più conveniente rispetto al supermercato vicino a casa mia.)

4. Education. Qui si parla di formazione scolastica, esclusivamente. Se un datore di lavoro ti chiede di ‘Tell me something about your education’ gli devi raccontare che scuola hai fatto, corsi universitari o di specializzazione ecc. Se una persona non è ‘well-educated’, magari non è riuscita a concludere le superiori - potrebbe essere un vero tesoro, invece, per quanto riguarda le buone maniere! ‘Educare' si dice ‘to bring up’ e ‘educazione’ si dice ‘upbringing’ (mansione dei genitori o equivalente e non degli insegnanti!):

  • He lost his parents during the war and was brought up by his aunt. (Ha perso i genitori durante la guerra ed è stato cresciuto dalla zia.)
  • 'She’s very rude!’ ‘I blame it on her upbringing.’ ('È molto maleducata.’ ‘Secondo me, è stata cresciuta male.’)
  • I think the government should spend more money on education. (Credo che il governo dovrebbe spendere di più per la formazione scolastica)
  • He’s very well-educated. He’s got a double degree from Oxford. (È molto istruito. Ha la doppia laurea da Oxford.)

5. Eventually. Se qualcosa  succede ‘eventually’, succederà di sicuro, solo che non si sa esattamente quando. Il significato, quindi, è ‘prima o poi’. ‘Eventualmente’, in inglese, si dice ‘possibly’, oppure ‘if need be’. 

  • Walk down this road and eventually you’ll get to the church. (Va avanti lungo questa strada e prima o poi arriverai alla chiesa)
  • I don’t want to make sandwiches, if need be we can stop in a cafe.(Non ho voglia di preparare dei panini. Eventualmente, ci possiamo fermare in un bar).

6. Noisy. Questa parola assomiglia a ‘noioso’ in italiano, ma come forse sapete, noioso si dice ‘boring’! Se ti lamenti di un nuovo lavoro, dicendo che è ‘noisy’, i tuoi amici potrebbero consigliati delle cuffie per proteggere le orecchie! ‘Noisy’ deriva da ‘noise’, o rumore, e quindi significa rumoroso.

  • The book was so boring I couldn’t finish it. (Il libro era così noioso che non sono riuscito a finirlo)
  • Shall we go somewhere else? It’s too noisy in here. (Andiamo altrove? Qui c’è troppo casino.)

7. Parent. Non important quanto sia grande la tua famiglia, di ‘parents’ ne puoi avere al massimo due, perché sono i tuoi genitori! Se invece vuoi parlare dei tuoi parenti, devi dire ‘relatives’.

  • The wedding was really expensive because they had to invite all their relatives. (Il matrimonio è stato costoso perché hanno dovuto invitare tutti i loro parenti)
  • Do you prefer to go on holiday with friends or relatives? (Preferisci andare in vacanza con gli amici o con i parenti?)
  • Where did your parents meet? (Dove si sono conosciuti i tuoi genitori?)

8. Pilot. Ecco una cosa curiosa! Se fate una ricerca sul sito web di qualche scuderia italiana di Formula 1, o di qualche pilota italiano famoso, e scegliete l’opzione di leggere in lingua inglese, potreste trovare la parola ‘pilot’. Lo stesso è vero se indagate sul sito del grande pilota brasiliano Ayrton Senna. Se invece fate la stessa ricerca sui siti delle scuderie/piloti inglesi, quindi siti non tradotti, la parola ‘pilot’ non la troverete! Ahimè , i traduttori di questi siti si sono fidati di un falso amico. Nelle lingue di origine latina (come l’italiano, il portoghese e lo spagnolo) il termine pilota va bene anche per chi guida la macchina da corsa, ma in inglese no, e quindi parliamo solo di 'racing drivers’. ‘Pilots’ invece si limitano a pilotare gli aeri!

9. Sensible. Ecco un’altra parola che crea grande confusione. Se ti definisci ‘a sensible person’ sembra quasi che ti vanti del tuo buon senso, perché il vero significato è ‘ragionevole’ o ‘giudizioso'. Se invece vuoi dire che sei troppo sensibile, la parola giusta è ‘sensitive’. E tutto ciò non ha nulla a che fare con le sensitive. Vediamo qualche frase utile:

  • I’m sure she won’t get into trouble. She’s a very sensible girl. (Non finirà nei guai, ne sono sicuro. È una ragazza con la testa sulle spalle.)
  • I can’t understand why you’re offended - you’re far too sensitive! (Non capisco perché ti sei offeso. Sei troppo sensibile.)
  • Doris Stokes was a famous psychic/clairvoyant. She said she could speak to the dead. (Doris Stokes fu una famosa sensitiva. Diceva di poter parlare con i morti. )

10. Stamp. A stamp può essere un francobollo o un timbro, e ‘to stamp’ significa o timbrare, oppure pestare con i piedi. Per questo motivo, se dici che vuoi ‘stamp some documents’ sembra che li voglia timbrare in qualche modo o, peggio ancora, passarci sopra con i piedi! ‘Stampare’ si dice ‘to print’, le stampe sono ‘the prints’ e la macchina è ‘a printer’!

Altri false friends che forse non conoscevi

Parola inglese

Che significa

Assomiglia a

Che in inglese si dice

Accident

Incidente

Accidente

Seizure, stroke

Adjust

Adattarsi

Aggiustare

Fix, mend

Agenda

L’ordine del giorno

Agenda

Diary

Casual

Informale

Casuale

Random

Commodity

Merce

Comodità

Convenience

Comprehensive

Esauriente

Comprensivo

Sympathetic

Confetti

Coriandoli

Confetti

Sugared almonds

Confidence

Fiducia

Confidenza

Secret

Consistent

Coerente

Consistente

Substantial

Delusion

Illusione

Delusione

Disappointment

Factory

Fabbrica

Fattoria

Farm

Impressive

Ammirevole

Impressionante

Striking, shocking

Library

Biblioteca

Libreria

Bookshop

Lurid

Sgargiante

Lurido

Filthy

Pavement

Marciapiede

Pavimento

Floor

Polite

Educato

Pulito

 

Clean

Pretend

Fingere

Pretendere

Demand, insist on

Romance

Storia d’amore

Romanzo

Novel

Sympathetic

Compassionevole

Simpatico

Likeable

Terrificante

Fantastico

Terrificante

Terrifying, ghastly

 

Anglopolis: Who's Afraid of Phrasal Verbs?
iStock

Language

Anglopolis: Who's Afraid of Phrasal Verbs?

Sono il terrore della maggior parte degli studenti di inglese, strutture grammaticali apparentemente semplici che possono trasformarsi in un vero e proprio incubo. Per non aver paura di loro e poterle dominare basta conoscerle meglio. Te la senti di avvicinarti?

Sarah Presant Collins

TODAY’S TOP STORIES

Australia: Take Only Memories, Leave Only Footprints
Istock2

Places

Australia: Take Only Memories, Leave Only Footprints

Il proverbio attribuito alle popolazioni indigene dell’Australia è un’ispirazione per i visitatori di questa affascinante nazione insulare, la cui ricchezza e diversità non hanno paragoni.

Alex Phillips