La doppia negazione in inglese (double negatives)

In inglese, l'uso di due elementi negativi nella stessa frase non è corretto. Vediamo cosa sono le doppie negazioni (double negatives) e come assicurarsi di non commettere errori.

Aggiornato il giorno

La doppia negazione in inglese
Stampare

L'uso delle double negatives (doppia negazione in inglese) è un errore comune. In italiano usiamo spesso le doppie negazioni perché è grammaticalmente corretto, quindi quando traduciamo letteralmente in inglese siamo tentati di farlo anche noi; ma dobbiamo stare attenti, perché in inglese usare le doppie negazioni non è corretto. Ma come evitare di commettere questo errore? Continua a leggere e lo scoprirai.

Cosa è la doppia negazione in inglese (double negative)

Una double negative (doppia negazione) è una frase che contiene due elementi negativi. In italiano è corretto usare una doppia negazione nella stessa frase, ma non in inglese; in inglese le frasi possono contenere un solo elemento negativo. Guarda questo esempio:

  • Non ho niente

In questa frase ci sono due elementi negativi, “no” e “niente”, ed è perfettamente corretta. Tuttavia, se la traduciamo in inglese, dobbiamo assicurarci di utilizzare un solo elemento negativo.

  • I don’t have nothing ❌  ➡️ Non è corretta perché ci sono due elementi negativi, doppia negazione.
  • I have nothing / I haven’t got anything ✅  ➡️ Queste due opzioni sono corrette perché contengono un solo elemento negativo: nothing nella prima frase e haven't (“have” + “not”) nella seconda frase.

Elementi negativi in inglese

Il modo migliore per evitare le doppie negazioni in inglese è sapere come identificare gli elementi negativi in una frase. Questi sono gli elementi negativi più comunemente usati in inglese:

Elementi negativi più usati in inglese

no / not ➡️ no

(rifiuto generale)

none ➡️ nessuno, nessuna

(si riferisce a persone o a oggetti)

nothing ➡️ niente

(si riferisce a oggetti e concetti)

nowhere ➡️ da nessuna parte

(si riferisce a luoghi)

nobody ➡️ nessuno, nessuna

(si riferisce alle persone)

no one ➡️ nessuno, nessuna

(si riferisce alle persone)

Come abbiamo affermato, in inglese possiamo inserire solo un elemento negativo in ogni frase. E ci sono due modi per farlo:

L'elemento negativo può essere incorporato nel verbo, come in questo esempio:

  • I don't want anything ➡️ Non voglio niente. 

Se l'elemento negativo non è incorporato nel verbo, possiamo usare una delle parole negative della tabella precedente. Ad esempio:

  • I want nothing ➡️ Non voglio niente. 

Come si può notare, “I don't want anything" e "I want nothing" significano la stessa cosa. L'unica differenza è il tipo di negazione che utilizziamo in ciascun caso. 

Rivediamo la regola: in inglese, l'elemento negativo di una frase può trovarsi nel verbo o in una parola negativa. Ma non possiamo mai avere un verbo nella forma negativa e una parola negativa allo stesso tempo, perché si tratterebbe di una doppia negazione. Ecco alcuni esempi di doppie negazioni e come correggerle. Le parole evidenziate sono negative:

  • Don’t go nowhere
  • Don’t go anywhere / Go nowhere ✅ ➡️ Non andate da nessuna parte.
  • Don’t talk to no one ❌
  • Don’t talk to anyone / Talk to no one ✅ ➡️ Non parlare con nessuno.
  • Don’t do nothing
  • Don’t do anything / Do nothing  ✅ ➡️ Non fare niente.

Non dimenticare: un solo elemento negativo in ogni frase.

  • Take note!

Vi sarà capitato di sentire una doppia negazione in una canzone inglese. A volte i testi delle canzoni includono “errori” come questo per ottenere un effetto poetico più potente o per rendere le parole in rima. Questo li rende corretti? No, ma hanno una giustificazione poetica. 

  • “We don’t need no education…” (Another Brick in the Wall, de Pink Floyd).
  • “I can’t get no satisfaction…” (Satisfaction, de The Rolling Stones).
  • Ain’t no sunshine when she’s gone…” (Ain’t No Sunshine, de Bill Withers).
  • “Don’t come round here No more (Don’t Come Round HereNo More, de Tom Petty and the Heartbreakers).

Double negatives in inglese: errori comuni

Un errore comune tra chi studia inglese è pensare che parole come any, anything, anywhere e anybody siano negative. Ma non lo sono; la confusione deriva dal fatto che sono parole affermative che usiamo in frasi negative. Guarda questo esempio:

  • How is he? – He’s quite sad. He doesn’t want to talk to anybody ✅ ➡️ Come sta? - È piuttosto triste. Non vuole parlare con nessuno.

In questa frase, l'elemento negativo è doesn't e possiamo usare anybody perché non è una parola negativa, e quindi non genera una doppia negazione. Osserva questa variante:

  • How is he? – He’s quite sad. He doesn’t want to talk to nobody
  • Nobody è una parola negativa, quindi se la usassimo in questa frase avremmo una doppia negazione. La frase sarebbe quindi scorretta. 

Parole come any, anyone, anything, ecc. sono parole affermative che di solito usiamo in frasi negative, ma possono essere usate anche in frasi affermative con un significato negativo. Lo si vedrà meglio in questi esempi:

  • Tom refused to go anywhere ➡️ Tom si rifiutò di andare da qualche parte.
  • Sarah denied knowing anything about the mystery ➡️ Sarah ha negato di sapere qualcosa del mistero.

Queste frasi sono affermative, ma i verbi to refuse (rifiutare) e to deny (negare) conferiscono loro un significato negativo.

Probabilmente sai già che Speak Up è il sito web che risolve tutti i tuo dubbi sulla grammatica inglese. Ma probabilmente non sai che ti offre inoltre il modo più efficace per mettere in pratica tutta la teoria e migliorare costantemente il tuo livello di inglese. In cosa consiste? Centinaia di interessanti articoli in inglese in formato scritto e audio, letti da madrelingua. Ognuno di essi è corredato da un glossario tradotto in italiano e da una serie di esercizi di comprensione della lettura, di ascolto e grammatica. Leggi, ascolta e porta il tuo inglese a un livello superiore, abbonati a Speak Up.

E per testare le tue competenze linguistiche anywhere and anytime, iscriviti al nostro canale Whatsapp. È gratuito, facile e divertente!

Winnie-the-Pooh Day: Wisdom from the Honey Pot
Cordon

Current Affairs

Winnie-the-Pooh Day: Wisdom from the Honey Pot

Il 18 gennaio è la giornata dedicata a Winnie Pooh che ricorda la nascita del suo autore A. A. Milne, il quale con i suoi libri illustrati popolati da personaggi adorabili e ricchi di una saggezza atemporale continua a ispirare ed educare generazioni di bambini e adulti.

Alex Phillips

Ninety Per Cent of Everything: The Global Shipping Industry
iStock

Current Affairs

Ninety Per Cent of Everything: The Global Shipping Industry

Ogni giorno, migliaia di navi mercantili solcano gli oceani per trasportare i beni di consuno di cui abbiamo bisogno. Il 90% dei prodotti da cui dipendiamo, come il cibo, la benzina o i vestiti, arriva via mare. Eppure questo tipo di trasporto rimane ancora un mistero.

Julian Earwaker

TODAY’S TOP STORIES

Trinity College Dublin: Ireland’s Oldest University
iStock

Places

Trinity College Dublin: Ireland’s Oldest University

È l’università più antica e prestigiosa dell’Irlanda e un importante centro di ricerca di fama internazionale. Tuttavia, è anche un’attrazione turistica molto popolare, che ospita un’enorme biblioteca con una pregiata collezione di artefatti rari, tra i quali spicca lo straordinario Libro di Kells.

Talitha Linehan

Domande retoriche in inglese
Canva

Grammar

Domande retoriche in inglese

Le domande retoriche non richiedono una risposta esplicita, ma possono catturare l'attenzione, stimolare la riflessione o suscitare emozioni. Vediamo come formularle in inglese.

Alicia Burton